Warning: Illegal string offset 'woo_cart' in /home/stella62/public_html/centroparchi.org/wp-content/themes/booklovers/templates/headers/_parts/header-mobile.php on line 13
Close

Warning: Illegal string offset 'search' in /home/stella62/public_html/centroparchi.org/wp-content/themes/booklovers/templates/headers/_parts/header-mobile.php on line 35

Warning: Illegal string offset 'login' in /home/stella62/public_html/centroparchi.org/wp-content/themes/booklovers/templates/headers/_parts/header-mobile.php on line 38

Warning: Illegal string offset 'contact_address' in /home/stella62/public_html/centroparchi.org/wp-content/themes/booklovers/templates/headers/_parts/header-mobile.php on line 70

Warning: Illegal string offset 'contact_phone_email' in /home/stella62/public_html/centroparchi.org/wp-content/themes/booklovers/templates/headers/_parts/header-mobile.php on line 70

Warning: Illegal string offset 'open_hours' in /home/stella62/public_html/centroparchi.org/wp-content/themes/booklovers/templates/headers/_parts/header-mobile.php on line 70

Warning: Illegal string offset 'socials' in /home/stella62/public_html/centroparchi.org/wp-content/themes/booklovers/templates/headers/_parts/header-mobile.php on line 100
Missione Cina – Parco dei Nebrodi

COMITATO PARCHI E PARCO DEI NEBRODI 

A BRACCETTO CON LA NATURA CINESE

      La Missione in Cina avviata dal Comitato Parchi insieme al Parco dei Nebrodi è ancora in pieno svolgimento, con risultati superiori alle migliori aspettative. Grande accoglienza, e sincero desiderio di collaborazione con l’Italia, soprattutto attraverso rapporti diretti tra le Aree Protette, con alcuni primi passi significativi.
Anzitutto, l’Alleanza del Parco dei Nebrodi, porta d’ingresso alla Sicilia, con la prestigiosa Riserva Naturale Nazionale Changbai Shan. Alla Missione Italiana in Cina seguirà, il prossimo anno, la Visita Ufficiale di una Delegazione Cinese in Italia, da Roma Capitale alla Sicilia.
Poi, lo scambio di esperienze e conoscenze per lanciare il “Sistema dei Parchi” come vera “Infrastruttura fondamentale” nella vita del Paese e della Comunità, non meno di Scuole, Università, Trasporti, Unità Produttive, Centri Sanitari, etc. con proficui scambi internazionali.
Infine, collaborazione nella Ricerca
Nature% che studia Memoria storica, Tattiche prioritarie e Strategie future migliori, per comprendere le dinamiche psico-sociologiche, economiche ed ecologiche di un’Umanità ormai a rischio, carente di Principi e orfana di Valori, senza “Bussola Etica”, e pericolosamente disorientata nei rapporti con l’unico Pianeta di cui dispone.
In questo campo, viene adottato come riferimento positivo il modello storico del Parco Nazionale d’Abruzzo nel periodo d’oro, il solo capace di realizzare la “Missione impossibile”: assicurare, insieme alla più rigorosa Conservazione, la soddisfazione dei Visitatori e il benessere delle Comunità locali. Adottando efficaci strategie, che come ha dimostrato il Rapporto Italiano, di cui offriamo l’Estratto (#) anticipavano di decenni le conquiste successive.

(#) La Sfida del 10%, lanciata dal Comitato Parchi nel Convegno 1980 all’Università di Camerino, fu poi adottata dalle maggiori Associazioni ambientaliste (WWF, Italia Nostra, CAI) e quindi fatta propria dal Governo Italiano, portando alla approvazione della Legge quadro sulle Aree Protette nel 1991, e alla vittoria finale nel 2000. Nel frattempo, era stata recepita come impegno globale nel Convegno IUCN a Bali 1982.
Poi, la valutazione di un Rapporto Umanità/Pianeta sostenibile, compatibile e durevole è diventata più complessa.
Va infatti considerato il rapporto tra Territorio mineralizzato (costruito, abitato, cementificato) e Territorio naturale (inviolato, spontaneo, seminaturale, agrosilvopastorale), che sta ormai superando i livelli di guardia…
Anche all’interno di queste distinzioni, si può effettuare una analisi più sofisticata, attribuendo alle zone abitate una scala di indici diversi (ad esempio le “città verdi”, con alta percentuale di spazi verdi, giardini, come in Olanda). Ultimamente in Austria si diffondono le Inseln (= Isole), spazi naturali interclusi da lasciare completamente intatti, in modo che diventino piccoli ecosistemi capaci di offrire notevoli benefici materiali e spirituali (impropriamente definiti “servizi ecologici”, perchè le parole sono importanti: la Natura non è la nostra serva o servitrice, ma la nostra benefattrice!). In definitiva, in entrambi gli spazi del Pianeta, sia dominati dall’Uomo che dalla Natura, si può applicare un criterio di ragionevole Zonazione.
Non si può tuttavia omettere di ricordare che in passato la FAO valutava in ha la quantità di territorio (coltivabile?) necessaria per la vita ogni individuo sulla Terra, un tema sempre oggetto di accese discussioni.
Un metodo efficace è anche quello dinamico, seguito negli USA fin dagli anni Settanta: calcolando per ogni anno trascorso quanti acri di territorio siano stati costruiti, e quanti invece protetti; quante foreste disboscate e quanti spazi riforestati; quanti animali abbattuti, e quanti ripopolati. Metodo sicuramente utile a far capire le tendenze dominanti, e quindi a controllarle.

                             
Foto 1: Piero Scheneider Graziosi del Comitato Parchi
Foto 2: I componenti della delegazione (M. Geraci-S. La Rosa, Parco dei Nebrodi-P. Schneider Graziosi, Comitato Parchi e F. Testagrossa, direttore Parco dei Nebrodi)

Brochure Parco dei Nebrodi, inglese-cinese

Programma 2018Changbai Mountain International Ecological Conference of China

 

RESOCONTO “MISSIONE NATURA CINA 2018

Nell’ambito del Progetto China-Italy Green Bridge, avviato nel 2014 allo scopo di creare un Ponte Verde tra Italia e Cina quale opportunità di scambio e di collaborazione nel campo della tutela del Territorio e della protezione della Biodiversità, si è conclusa il 19 Settembre con risultati più che soddisfacenti la Missione Natura Cina 2018 che ha visto il Comitato Parchi Italia e il Parco dei Nebrodi protagonisti di rilievo della 2018 China International Ecological Conference, grazie al Protocollo di Intesa firmato il 13 Settembre per suggellare un accordo operativo con la Riserva Naturale Nazionale di Changbai Shan.

L’importante Evento, quest’anno alla sua quarta edizione, rappresenta una preziosa occasione di incontro tra specialisti e operatori rappresentanti di Organismi internazionali e Aree protette provenienti da tutto il mondo, per scambiare esperienze e pratiche sulla gestione delle Aree Protette, sulla Conservazione della Biodiversità e su metodologie e risultati di Ricerche scientifiche.

All’Evento hanno preso parte circa 200 partecipanti provenienti da 20 diversi Paesi.

A seguire un sintetico resoconto di attività e risultati:

1 – Workshop

Parco e Comitato, rispettivamente nelle figure del Direttore Filippo Testagrossa per il Parco dei Nebrodi e del Promotore e Responsabile del Progetto China-Italy Green Bridge per il Comitato Parchi Italia Piero Schneider Graziosi,  sono stati anche invitati il 12 Settembre a prender parte a un Workshop ristretto, programmato prima dell’apertura dei lavori della Conferenza,  in cui 44 tra Rappresentanti di Organismi internazionali e Specialisti di rilievo nel campo della Conservazione,  si sono confrontati in merito al Progetto “N%+” (Nature % Plus).

Il Progetto, che parte da un’iniziativa della Life Community Task Force, Institute of Zoology, Chinese Academy of Sciences, si propone, sulla scia della ben nota Sfida del 10%, di indicare al prossimo incontro della CBD (Pechino 2020), concreti parametri di riferimento rispetto alla percentuale minima di territorio che a livello globale bisognerà tutelare, per garantire un sano equilibrio tra Conservazione e Sviluppo, senza incorrere in irreparabili danni per il Pianeta e per il genere umano.

2 – 2018 China International Ecological Conference:

Inaugurazione e firma del MoU

La mattina del 13 Settembre, durante la solenne cerimonia di apertura della  Conferenza è stato ufficialmente firmato il Memorandum of Understanding tra Riserva Naturale Nazionale di Changbai Shan, Parco dei Nebrodi e Comitato Parchi Italia, che si propone di avviare una cooperazione attiva tra i tre soggetti, sul fronte degli scambi di esperienze sulla gestione delle Aree Protette, della Ricerca Scientifica e della reciproca Promozione del territorio, per arrivare a generare nuovi flussi di Ecoturismo focalizzato sulle Aree Protette tra Italia e Cina.

3  Temi della Conferenza

Nei tre giorni di Conferenza sono state presentate circa 60 Relazioni inerenti i seguenti temi principali:

  • Gestione delle Aree Protette;
  • Monitoraggio della Biodiversità;
  • Educazione Ambientale;
  • Sviluppo sostenibile all’interno e nei dintorni di Aree Protette:

La mattina del 15 Settembre Comitato Parchi e Parco dei Nebrodi hanno offerto una Presentazione, in cui sono state illustrate e condivise con i Colleghi degli altri Paesi, per voce del Rappresentante del CPI Piero Schneider Graziosi, alcune delle pratiche più significative finalizzate alla Conservazione della Biodiversità e alla armoniosa convivenza tra Sviluppo Economico delle Comunità locali e Protezione del Territorio.

4 – Assemblea Annuale IAPA

Nel pomeriggio dello stesso giorno, si sono svolte le attività istituzionali dell’Assemblea annuale IAPA, e con grande soddisfazione è stata presentata da parte dei vertici uscenti la candidatura del Parco dei Nebrodi quale membro del Comitato Esecutivo dell’Alleanza, composto da un totale di 8 membri rappresentanti Aree Protette di diversi Paesi. Questa candidatura, sostenuta da tutta l’Assemblea all’unanimità, costituisce il risultato concreto di 4 anni di impegno e lavoro del Comitato Parchi Italia nella cura delle relazioni tra Italia e Cina, impegno che ha visto i suoi frutti maturare, anche oltre le più rosee aspettative.

5 – Meeting operativo e Cena

Dopo i lavori dell’Assemblea, si è tenuto un Incontro tra la Direzione della Riserva di Changbai Shan e la Delegazione Italiana, per avviare una concreta discussione operativa sui diversi punti del Protocollo firmato. Il Meeting è stato seguito da un banchetto offerto dalla Direzione del Parco per consolidare il rapporto di amicizia e cooperazione nato tra i tre firmatari dell’accordo.

6 – Escursioni e attività sul campo, 16 settembre

A conclusione di questo evento sono state programmate dal Comitato Organizzatore due opzioni di attività ed escursioni sul campo, che hanno dato agli ospiti l’opportunità di fruire concretamente delle bellezze paesaggistiche e del valore della splendida Riserva di Changbai Shan.

7 – Incontro Ambasciata Italina a Pechino, 18 Settembre.

Rientrata a Pechino, il 18 Settembre nel pomeriggio, la Delegazione è stata ricevuta presso gli Uffici dell’Ambasciata Italiana dal Ministro Consigliere Dott. Giuseppe Fedele e dai Consiglieri Dott. Luca Fraticelli (Ufficio Economico Commerciale) e Dott.sa Stefania Commegno (Primo Segretario del medesimo Uffico), i quali hanno ascoltato con grande interesse il Rapporto della Delegazione, mostrando viva disponibilità a supportare e collaborare a questa iniziativa.

Sono stati illustrati alla nostra Rappresentanza Diplomatica in Cina il processo di sviluppo del Progetto China-Italy Green Bridge del Comitato Parchi Italia, i contenuti dell’accordo firmato con la Riserva di Changbai Shan e le linee generali con cui si intende dare seguito in maniera operativa ed efficace ad una concreta attuazione dei vari punti siglati con la controparte Cinese.

L’iniziativa è stata ampiamente apprezzata dai nostri Rappresentanti Diplomatici, i quali hanno anche fornito anche alcuni suggerimenti e consigli di carattere pratico.

 

Per il Comitato Parchi Nazionali:

Piero Schneider Graziosi

Ideatore, Promotore e Project Manager del Programma CHINA ITALY GREEN BRIDGE

Roma, 21 Settembre 2018

53 Condivisioni

1 Comment

  • Francesco De Luca Posted settembre 25, 2018 7:53 pm

    Congratulazioni!

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.